visitaurunci x

 

 

Icona_Facebook.png twitter instagram g steller pinterest

A sud di Roma si estende la grande e fertile pianura pontina.

La costa del Lazio del sud è il paradiso della biodiversità, in pochi chilometri sono racchiusi diversi ambienti naturali che la rendendo uno dei luoghi più importanti dell’europa per varietà vegetazionale.

Il mite clima mediterraneo e la morfologia del territorio creano un felice connubio agli occhi del viaggiatore.

Lunghe dune costiere e spiagge sabbiose proteggono dal mare la sconfinata pianura interna, i laghi costieri a ridosso della duna sono ricchi di uccelli stanziali e migratori che trovano riparo nell'area protetta dal Parco Nazionale del Circeo.

Il promontorio del Circeo appare solitario nella pianura come un’isola fuori dal tempo, col suo carico di suggestioni mitologiche legate alla maga Circe e al ciclope Polifemo, ai piedi del massiccio è presente l’ultima foresta di pianura d’Italia: la Selva di Circe, un bosco dove incontrare con un po’ di fortuna daini e tassi.

Come silenziose sentinelle le cinquecentesche torri circolari disseminate lungo la costa stanno a guardia del medievale castello templare di San Felice Circeo e del suo borgo posto sul fianco meridionale del promontorio, a ricordo di antiche invasioni dal mare.

Nel cuore del Parco Nazionale del Circeo sta Sabaudia, la città giardino, felice ed intatto esempio di architettura razionale italiana degli anni ’30.  La vetusta Terracina si adagia ai piedi di un lembo di Monti Ausoni che lì paiono chiudere drasticamente l’ampia pianura pontina, finendo a picco sul mare. Antico porto dell’Impero Romano, città di transito sulla via Appia, Terracina oltre che per il turismo balneare è conosciuta per il suo inestimabile patrimonio archeologico: dal Tempio di Giove Anxur alle mura romane del V secolo d.C.

Andando oltre Terracina, storico confine tra Stato della Chiesa e Regno di Napoli, la Riviera d’Ulisse continua verso Sperlonga, borgo marinaro di suggestiva bellezza. Ai piedi del Parco regionale dei Monti Aurunci sta la città di Fondi, ricca di monumenti e chiese, ben conservata la centrale rocca medievale (Castello Caetani). I Monti Aurunci, a picco sul mare creano suggestive gole e cale, prima che la strada raggiunga la famosa città di Gaeta. Conosciuta già dai patrizi e dagli imperatori dell’antica Roma come esclusivo luogo di soggiorno, la costa del basso Lazio conserva intatta la sua vocazione marinara, il suo aspetto di terra di confine, dove si uniscono le tradizioni del Lazio e della vicina Campania donando un connubio di tradizioni culinarie unico.

Dalla vasta pianura agli impervi complessi montuosi, dai laghi alluvionali alle coste di soffice sabbia o aguzzi scogli, dai fortificati borghi arroccati in collina ai panorami aperti verso l’arcipelago dell’isola di Ponza, il Lazio meridionale è il luogo ideale per il cicloturista, un luogo che sa suggestionare e donare sapori ed emozioni tutte da vivere.

la battaglia di mola quinto cenni quad

Sperlonga

Il Circeo

Gaeta

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più sui cookie nella nostra pagina sulla Politica sui Cookie.